Torna ad inizio pagina

Dettagli procedura

Avviso manifestazione di interesse ed invito a presentare offerta - Procedura ai sensi dell’Art. 1 comma 2 lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n.76, recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale convertito in legge con modificazioni L. 11 settembre 2020 n.120”, per l’acquisizione di un servizio per la realizzazione del nuovo frontend per la piattaforma web turistica ed eCommerce del Comune di Venezia, Venezia Unica, finalizzato alla gestione on-line dei servizi cittadini relativi alla Prenotazione della Città Storica, al Contributo di Accesso alla Città, ai servizi di e-commerce cittadino CUP F79E18000180001 - CIG 92966584E0

Oggetto: Avviso manifestazione di interesse ed invito a presentare offerta - Procedura ai sensi dell’Art. 1 comma 2 lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n.76, recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale convertito in legge con modificazioni L. 11 settembre 2020 n.120”, per l’acquisizione di un servizio per la realizzazione del nuovo frontend per la piattaforma web turistica ed eCommerce del Comune di Venezia, Venezia Unica, finalizzato alla gestione on-line dei servizi cittadini relativi alla Prenotazione della Città Storica, al Contributo di Accesso alla Città, ai servizi di e-commerce cittadino CUP F79E18000180001 - CIG 92966584E0
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Manifestazione di Interesse
Modalità di espletamento della gara: Telematica
CIG: -
Stato: Conclusa
Centro di costo: Acquisti, Contratti, Amministrazione e Bilancio
Data pubblicazione : 27 giugno 2022 0:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 08 luglio 2022 13:00:00
Data scadenza: 15 luglio 2022 13:00:00
Documentazione gara:
Documentazione richiesta:
  • Domanda di partecipazione e offerta economica (Fac-simile o modulo da compilare)
  • facsimile dichiarazione canone assistenza e manutenzione (Fac-simile o modulo da compilare)
  • Capitolato tecnico
  • Allegato A - requisiti funzionali
  • Proposta progettuale con cronoprogramma
  • Elenco dei clienti - referenze
  • Eventuale documentazione aggiuntiva
  • Avviso manifestazione di interesse ed invito a presentare offerta
Per richiedere informazioni: ufficio.acquisti@venis.it

CUP F79E18000180001 - CIG 92966584E0.

 

Si rende noto che VENIS intende acquisire le manifestazioni di interesse e le relative offerte da parte degli operatori economici per l’affidamento del servizio per la realizzazione del nuovo frontend per la piattaforma web turistica ed eCommerce del Comune di Venezia, Venezia Unica, finalizzato alla gestione on-line dei servizi cittadini relativi alla Prenotazione della Città Storica, al Contributo di Accesso alla Città, ai servizi di e-commerce cittadino.

L’affidamento avverrà ai sensi dell’art. 1, comma 2, lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n.76 convertito con L. 11 settembre 2020, n. 120.

Il presente documento, unitamente alla documentazione tecnica allegata che ne forma parte integrante, contiene le prescrizioni e definisce le modalità per l’erogazione della fornitura di cui ai punti successivi.

L’indagine di mercato (manifestazione di interesse e richiesta di preventivo) sarà espletata con il supporto di strumenti elettronici, ai sensi dell’art. 58 del D.Lgs. 50/2016, all’interno della Piattaforma Acquisti di Venis SpA: http://venis.acquistitelematici.it/ (d’ora in poi anche solo “Piattaforma”).

I soggetti partecipanti alla procedura in oggetto dovranno fare riferimento a “Area Acquisti, Gare e Contratti” (email: ufficio.acquisti@venis.it), per quanto attiene alle informazioni di carattere normativo/amministrativo e per qualunque necessità di supporto in merito all’utilizzo della Piattaforma e in caso di guasti alla struttura tecnologica, applicativa e di comunicazione.

Per le indicazioni relative alla registrazione e la qualificazione e tutto ciò che attiene all’operatività sulla piattaforma, fare riferimento ai manuali tecnici disponibili sul portale http://venis.acquistitelematici.it/ nella sezione “MANUALI – GUIDE”.

L’importo totale dell’affidamento soggetto a ribasso, oneri fiscali esclusi, è fissato in euro 135.000,00 (centotrentacinquemila/00).

L’importo complessivo dell’affidamento sarà pari all'importo complessivo offerto, oneri fiscali esclusi. Gli oneri per la sicurezza sono pari a zero.

L’offerente dovrà indicare nella propria “Offerta economica”, utilizzando il fac-simile allegato, l’importo offerto in cifre ed in lettere (in caso di discordanza sarà ritenuto valido quello più vantaggioso per la stazione appaltante).

L’appalto avrà decorrenza dalla data del Verbale di Avvio dell'Esecuzione/Consegna Lavori, che dovrà essere sottoscritto, salvo accordi particolari, entro 10 (dieci) giorni dalla data della stipula del contratto ed avrà una durata fino al completamento della realizzazione del progetto prevista in 90 giorni solari.

In base a quanto previsto dall’art. 8, comma 1, lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n.76. convertito con L. 11 settembre 2020, n. 120, è sempre autorizzata l’esecuzione del contratto in via d’urgenza ai sensi dell’art. 32, comma 8 del D.Lgs. 50/2016 nelle more della verifica dei requisiti di cui all’art. 80 del medesimo decreto legislativo, nonché dei requisiti di qualificazione previsti per la partecipazione alla procedura.

La domanda di partecipazione ed offerta economica, firmata digitalmente e redatta utilizzando il facsimile allegato, dovrà pervenire esclusivamente utilizzando la piattaforma telematica entro le ore 13.00 del giorno 15/07/2022.

In ottemperanza all’art. 3 della L. 136/2010 tutti i pagamenti a favore dell’appaltatore saranno disposti mediante bonifico bancario sul conto corrente dedicato alle commesse pubbliche comunicato in occasione dell’aggiudicazione. I pagamenti saranno effettuati a seguito di emissione di regolare fattura elettronica, con scadenza 30 giorni dall’emissione del certificato di pagamento emesso dal RUP nei modi e tempi stabiliti nel Capitolato.

L’offerente dovrà allegare all’offerta economica copia del Capitolato allegato e relativi allegati, firmato digitalmente per presa visione ed accettazione integrale dei contenuti e delle condizioni in esso riportate, dovrà inoltre allegare:

- la propria proposta progettuale con cronoprogramma di cui verrà valutata l’aderenza a quanto prescritto nel Capitolato;

- elenco dei clienti che usufruiscono di servizi comparabili a quelli oggetto del presente avviso con riferimento cronologico dell’installazione degli eventuali diversi moduli in cui si articola il software offerto. In particolare, si richiedono le referenze relative alle installazioni effettuate a partire dal 01/01/2017;

- la dichiarazione del canone annuo di assistenza di II livello e manutenzione successivo ai 24 mesi.

In caso di successivo affidamento diretto, ai sensi dell'art. 1 comma 2 lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n. 76, sarà richiesto all’offerente di produrre la seguente documentazione:

  • Copia del documento PassOE relativo al CIG sopra indicato per consentire a Venis la verifica del possesso dei requisiti di carattere generale di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 attraverso l’utilizzo del sistema AVCpass;
  • Garanzia definitiva emessa da primaria compagnia autorizzata nel ramo cauzioni, oppure da primario Istituto di credito (DPR 13.02.1959 n. 449 e successive modificazioni ed integrazioni e legge 10.06.1982 n. 348) ai sensi di quanto previsto dall’art. 103 del D.Lgs. 50/2016. L’importo della garanzia e lo svincolo della stessa dovranno essere conformi a quanto disposto dall’art. 103 del D.Lgs. 50/2016. In caso di mancata costituzione della garanzia definitiva non si darà corso all’affidamento.
  • DGUE ed elenco nominativo completo dei soggetti di cui all’art. 80 comma 3 D.Lgs. 50/2016 per i quali sono state rese le dichiarazioni nel DGUE.
  • Gli estremi identificativi del conto corrente dedicato alle Commesse pubbliche ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari introdotta dalla L. 136/2010. L’appaltatore dovrà comunicare anche le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operarvi. In caso di appaltatore costituito in forma di associazione temporanea d’imprese indicare i c/c e i nominativi relativi a ciascuna impresa.
  • Patto d’integrità che sarà da noi fornito.
  • Accordo di riservatezza che sarà da noi fornito.
  • Nominativo di un referente/responsabile a cui il Direttore dell’esecuzione potrà fare riferimento.

L’affidatario si impegnerà al rispetto degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della L. 13 agosto 2010 n. 136.

L’eventuale subappalto è regolato dall’art. 105 del D.Lgs. 50/2016, come modificato dall’art. 49 del D.L. 77/2021, convertito con legge n. 108, del 29/07/2021.

Per l’autorizzazione del subappalto è necessario che il concorrente abbia indicato, in fase di compilazione del modulo dell’offerta economica, le lavorazioni che presume affidare in subappalto nel rispetto dei limiti previsti dalla legge.

È designato quale Responsabile Unico del Procedimento, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016, il dott. Paolo Cotti Cometti, email: venis@venis.it e/o protocollo@pec.venis.it telefono 0412744800. Qualsiasi comunicazione relativa alla presente procedura dovrà riportare nell’oggetto il numero di CIG.

Eventuali richieste di chiarimento potranno essere trasmesse a ufficio.acquisti@venis.it.

Cordiali saluti.

Giuseppe Ghezzo

Venis S.p.A. - Personale, Contabilità e Bilancio, Gare, Contratti, Acquisti

San Marco 4934 - Palazzo Ziani

30124 Venezia

tel +39 041 2744800 - fax +39 041 5238899

diretto +39 041 2744850 - cell +39 3346401075

venis@venis.it - www.venis.it

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

E' possibie fornire il servizio di Ticketing e quello di ChatBot in modalità PaaS (canone annuale di un servizio commerciale)?
In quanto sviluppare in casa un sistema di gestione dei biglietti e certificarlo da SIAE e di un ChatBot con intelligenza artificiale sarebbe troppo oneroso rispetto al budget.

Risposta:

In sede di proposta, il fornitore può definire e quantificare economicamente modalità che giudica adeguate alle richieste, compresi servizi PaaS, SaaS, Iaas.
La valutazione delle offerte terrà in considerazione l'aderenza delle proposizioni alle necessità espresse nel documento Capitolato tecnico.

Chiarimento n. 2

Domanda:

C’è un termine ultimo per la richiesta di chiarimenti?

Risposta:

Il termine ultimo per le richieste di chiarimento è il giorno 08/07/2022 ore 13:00, come indicato nei dettagli della procedura.

Chiarimento n. 3

Domanda:

I criteri di valutazione sono equivalenti tra loro oppure ci sono alcuni criteri più rilevanti rispetto ad altri. I criteri di valutazione sono gli unici elementi di valutazione o valuterete eventuali proposte aggiuntive dell’operatore economico?

Risposta:

Trattandosi di una procedura di affidamento diretto ai sensi dell'art.1 comma 2, lett. a) del D.L. 16/07/2022, n.76 (cosiddetto "Decreto semplificazioni"), e quindi di una procedura "informale", non sono previsti oggettivi criteri di valutazione. Pur essendo richiesto agli operatori economici, che manifestano l'interesse, un preventivo ad un prezzo più basso rispetto alla base d'asta, la valutazione dell'offerta migliore è rimessa alla discrezione insindacabile della stazione appaltante. Sarà considerata migliore la proposta più rispondente alle esigenze della pubblica amministrazione, sia da un punto di vista economico che da un punto di vista tecnico. Eventuali proposte aggiuntive, che rispettino il vincolo economico dato dalla base d'asta, saranno valutate nella stessa ottica. 

Chiarimento n. 4

Domanda:

Il modello di business dei terzisti che offrono un sistema di ticket a cui integrarsi, presuppone un costo per ogni ingresso a Venezia. Questo costo sarà pagato dal Committente o deve essere compreso nei costi sostenuti dal partecipante alla gara?

Risposta:

Nel caso in cui la proposta prevedesse la fornitura di servizi in SaaS, Paas, Iaas, devono essere esplicitati i costi di configurazione ed integrazione con la piattaforma Venezia unica (che devono essere inclusi nella quotazione) e i costi ricorrenti e/o unitari, ove possibile distinti per fasce quantitative di numero di transazioni. I costi ricorrenti non vanno inclusi nella quotazione economica e non contribuiscono direttamente alla valutazione delle offerte, ma devono essere comunque indicati.